Conosciamo le band del Rockinday 2014 attraverso 10 domande brevi e dirette: Big Steel Shit .

BSS 2014 - 2
Conosciamo un po’ meglio le band che si esibiranno al Rockinday 2014.
Abbiamo sottoposto loro 10 domande “brevi e dirette”.
e’ la volta dei BIG STEEL SHIT , sul nostro palco venerdì 8 agosto .
Quali sono le vostre influenze musicali? 

Non ci facciamo mancare niente: nel nostro gruppo è presenta la vena blues, quella glam/anni ’80, quella un po’ più “estrema”… insomma, è un melting pot musicale. La mia vena, sicuramente, risente ancora delle influenze grunge, dei Tool, dei Nine Inch Nails… per me, i Novanta resteranno sempre i migliori! ( Gianni )

 Descrivete la vostra musica con tre aggettivi

Poliedrica, riflessiva, diretta: uno dei fini principali della nostra musica è quello di esprimere emozioni, raccontare una storia. Con cinque teste diverse le sensazioni da esprimere aumentano esponenzialmente, permettendoci di spaziare fra più generi. Nonostante i temi siano impegnativi ed introspettivi, cerchiamo sempre di raggiungere le orecchie e la mente dell’ascoltatore nel modo più “semplice” e diretto possibile. D’altronde, una storia mal scritta, per quanto bella, non riesce a trasmettere tutte le emozioni che noi ricerchiamo e che vorremmo comunicare.

 La vostra canzone migliore 

Beh, dipende dallo stato d’animo! “Growling Still” è un ottimo rimedio anti-stress, “Zero Negative” credo sia perfetta nelle giornate un po’ buie, decisamente “no”. Per una scarica di adrenalina, invece, sono del parere che “Tame Myself” sia inarrivabile! ( Alessandro )

 La canzone che avreste voluto scrivere e perché 

Indubbiamente Roseta Stoned dei Tool. È una canzone che, nonostante la durata non proprio radiofonica, scorre in modo veloce ed appassiona dal primo all’ultimo minuto. Un sound innovativo, con cambi repentini e studiati alla perfezione, tecnicismi usati come mezzo per esprimere sensazioni e non come fine per dimostrare la propria bravura. Il tutto condito dalla voce di Maynard – il mio cantante preferito – che parla di un argomento che può sembrare quasi comico – un trip acido che si trasforma in un rapimento alieno - con una profondità disarmante e parole scelte con cura… Brividi! ( Gianni )

La canzone dell’infanzia 

Eravamo dei ragazzini, quando abbiamo cominciato a suonare le canzoni di gruppi come i System of a Down e gli Alice in Chains. Quindi direi Hypnotize e Down in a Hole, due pezzoni! ( Stefano e Marco )

Il rito prima del concerto 

Utilizzare qualsiasi cosa – sia esso un poggia strumento, un’asta o un pezzo del rack – come arma contro i miei compagni che bevono birra e cercano un nuovo cantante… è considerabile un rito? ( Gianni )

 L’album che ha segnato la vostra vita e perché

Remedy Lane dei Pain of Salvation è stato l’album che più ci ha segnato. Gli arrangiamenti, la storia che lega tutte le canzoni, la scelta di suono né troppo aggressivo né troppo leggero e le tematiche affrontate sono state una grande influenza per la scrittura del nostro album “Border Lifeline”.

Ultimo disco comperato? 

L’edizione vinile+CD di Hesitation Marks dei Nine Inch Nails. Un regalo molto, molto gradito! ( Gianni )

 L’album che fa compagnia in viaggio?

Generalmente viaggiamo in macchine separate, e visti gli ascolti differenti spesso si finisce per ascoltare solo mezze tracce. Ultimamente, nella mia macchina gli ascolti variano tra Freak Kitchen, Avenged Sevenfold e SiM. ( Fulvio ) 

Cosa volete dire al pubblico del RID che verrà ad ascoltarvi?
In un mondo dove ormai molti hanno perso l’umanità – dove la superficialità regna sovrana, dove l’essere è molto meno importante rispetto all’apparire - 
l’arte è il mezzo con cui possiamo scavare nel nostro profondo e ripescare quelle idee che ci hanno permesso di innalzarci dal regno animale e creare tutto ciò che viviamo. 
Perciò spegniamo i telefoni, chiudiamo tutti i social network e godiamoci un po’ di musica!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>