LIFE IS SWEET , il nuovo supergruppo targato Fabi, Silvestri, Gazzè ( di Viviana Tasco).

fabi_silvestri_gazze

 

LIFE IS SWEET
Un nuovo supergruppo si affaccia dalle finestre del cantautorato italiano.

Nuovo ma formato da vecchie conoscenze: Fabi, Silvestri, Gazzè. La notizia l’avevano lanciata sui social in modo molto criptico, lasciando un link a cui si poteva accedere solo inserendo una password che permetteva di aprire un video che mostrava (molto poco nitidamente) i tre a lavoro, armati di strumenti. La password era “250414” e si riferiva in realtà alla data di rilascio del loro primo singolo insieme, “Life is sweet”.
I tre si conoscono da tempo, suonavano in un bar a Campo dei Fiori a Roma: Il Locale. E’ qui che negli anni ’90 si facevano conoscere i giovani cantautori che poi hanno costituito il circuito della “scuola romana” di cantautori.
Non sono nemmeno nuovi a collaborazioni tra loro, se si pensa a pezzi come “Vento d’estate” di Fabi-Gazzè (e Sinigallia, autore del testo insieme a Gazzè) o il più recente “Sornione” di Silvestri-Fabi.
I tre tornano alle origini, allo scopo della musica che i cantautori romani de Il Locale si erano preposti ossia ai testi impegnati ed impregnati di sociale, in maniera completamente libera (e non sarà un caso che “Life is Sweet” sia uscita proprio il giorno della Liberazione) e regalano un singolo che nasce da un viaggio che i tre hanno fatto insieme in Africa nel Sud Sudan spinti da Fabi, attivista e testimone del lavoro dell’organizzazione non governativa Medici con l’Africa CUAMM, nel quale ha coinvolto poi Gazzè e Silvestri.
Il disco uscirà a settembre. Intanto il viaggio dei tre è stato filmato, diventando il video di “Life is sweet”, il cui tema dice che il coraggio funziona meglio grazie all’unione e di cui lo stesso Silvestri scrive:

“Ottobre 2013. Sud Sudan. Inizia tutto da qui. E non succede spesso che la parte più importante di una storia sia così ampiamente documentata per immagini.

Merito di Nicola che era con noi a sobbalzare su quelle strade impossibili con il fardello aggiuntivo di una telecamera in spalla. Merito di Medici con l’Africa Cuamm che ci aveva voluto lì, insieme a Niccolò. Merito di Don Dante, di Linda, di Chiara e di tutti quei meravigliosi connazionali che ci mettono ogni giorno la loro forza e la loro generosità. Merito di tutti quelli che quando trovano un ostacolo, trovano sempre anche il modo di superarlo. E di sorridere alla fine. Life is sweet.

Daniele”.

Link al video: http://youtu.be/QY-ft6YXy48

Viviana Tasco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>