Recensioni, CARMILLA E IL SEGRETO DEI CILIEGI … a cura di Marco Mingolla.

Carmilla CD 1

 

 

Questa volta ho deciso di recensire il mio gruppo preferito dell’ultima edizione del RockInDayCarmilla e il Segreto dei Ciliegi, una band pugliese che ha aperto il concerto a Eva Poles, Max Zanotti & Co.

Il curioso nome del gruppo è un’immagine che si ispira al concetto di ciclicità dell’opera di Sheridan Le Fanu. Carmilla è un personaggio affascinante della letteratura, ma per i quattro ragazzi pugliesi, il nome «Carmilla» diventa simbolo di ciò che non muta, di ciò che resiste al cambiamento, di ciò che si rigenera «Anche se altrove». Al nome del vampiro si lega «il Segreto dei Ciliegi» che nella cultura orientale rappresentano forza e rinascita.

L’ effetto della musica, per la band pugliese, è più «penetrante» rispetto a quello delle altre arti perché, come per Schopenhauer, il suono esprime l’essenza, perché il suono «è specchio che riflette». La musica è in grado di «aprire potenziali bagliori di vita» e di risvegliare consapevolezze.

L’album è formato da dieci tracce originali e una cover dei Joy Division. Nei brani domina la chitarra acustica e la voce, malinconica e severa, di Giuliana Schiavone che incontra i riff della chitarra elettrica di Anna Surico, già chitarrista dei C.F.F. . Completano la band il bassista Marco Bellantese e il batterista/tastieristaRoberto Ficarella.

Quest’album è una carezza, un contenitore di bellezza fragile. Sulla copertina una donna è aggrappata con tutte le forze ad una corda e dondola libera dalle convinzioni di questo vecchio mondo, pronta a rigenerarsi. A mio giudizio, la loro musica suscita grandissime emozioni e i testi sono ben scritti e molto suggestivi; preferisco su tutti i brani «Manca Un Posto Sicuro», «Anche Se Altrove» e «Inosservata», un piccolo capolavoro della band pugliese. Ottimo esordio.

 Tracklist:

1. Manca un posto sicuro

2. Anche se altrove

3. Non oso non so

4. Inosservata

5. Crisalide

6. Clochard

7. Virtù della giusta presa

8. Dorjiee

9. Cani

10. Love Will Tear Us Apart

11. Addestro il pensiero

 

Recensione a cura del nostro Marco Mingolla