Recensioni: THE SOVRAN , a cura di Marco Mingolla

The Sovran CD

 

Fra i gruppi più apprezzati di questa edizione del RockInDay troviamo «The Sovran», il cui rock’n'roll violento ha aperto la scena al monarca assoluto Giorgio Canali.

«NoSong For A Non-Generation» è il titolo del loro ultimo album uscito nel 2011 per l’etichetta Logic(il)logic. E’ composto da undici tracce ed è il risultato di una storia lunga più di un decennio.

La band, infatti, si è inizialmente formata nel 1997, sciogliendosi l’anno successivo. Ricomposta poi qualche hanno più tardi, realizza, fra il 2003 e il 2007, ben quattro demo.

Ascoltando il loro lavoro su tutti preferisco «Detonation» e «Europa», esperimento new wave che si discosta nettamente dal resto dell’album. I brani sono cantati con la solita rabbia che contraddistingue il punk e il rock’n'roll, i riff sono orecchiabili e di impatto. In generale possiamo dire che il loro sound risente dell’influenza del rock targato Motorhead e Iggy Pop, come loro stessi affermano.

A mio parere, «NoSong For A Non-Generation» , è un lavoro lineare, energico, ma forse poco originale. Senza ombra di dubbio l’ultimo brano dell’album, «Europa», fa ben sperare! Non nego che mi piacerebbe, in futuro, ascoltare di più la vena new wave che sposa perfettamente la voce di Capitan T.

Per adesso non posso che augurare buona fortuna a quattro ragazzi che hanno contribuito a rendere unica un’altra edizione del RockInDay! Forza The Sovran!

La band è formata da

Capitan T, voce e chitarra,

Uncle Frank, chitarrista,

Simon, bassista

Sgt. Lsd, batterista.

 

Tracklist:

1. Revolution #10

2. Under The Flash

3. Detonation

4. Machine

5. Looking For

6. Hell Yeah!

7. One Million Horses

8. Rock’n'Roll Robber

9. Generation

10. The Sovran Is Dead

11. Europa

 

Marco Mingolla